PERCHÉ LA LUNA?
READING CONCERTO

Il 23 novembre alle 18.00 a La Pasticceria verrà
raccontata e musicata la storia di una delle
più grandi imprese di tutti i tempi, tra scienza,
politica e cultura popolare, e dei suoi
protagonisti dimenticati.
Un reading concerto di Arturo Stàlteri
e Massimiano Bucchi.

Il 23 novembre alle 18.00 “Perché la luna? Reading concerto”

I fatti sono questi: il 20 luglio 1969, alle ore 20:18, il modulo lunare della missione Apollo 11 tocca il suolo lunare. Sei ore dopo, l’astronauta Neil Armstrong compie “un piccolo passo per un uomo, un grande balzo per l’umanità”.

Dopo i fatti ci sono le storie.
E questa è la storia di una delle più grandi imprese di tutti i tempi. Un’impresa che incrocia scienza, politica e cultura popolare.
Una storia che vede protagonisti, oltre agli astronauti, una serie di figure talvolta note, spesso dimenticate.
Tra queste Robert Goddard, l’uomo della Luna: il primo che ebbe l’intuizione che portò poi alla costruzione dei razzi a propulsione liquida. Poi il Presidente americano John Fitzgerald Kennedy, che con due storici discorsi (al Congresso nel 1961 e alla Rice University nel 1962) presentò lo spazio e la luna come la nuova frontiera da conquistare per l’America; un fisico tedesco (Hermann Oberth); scrittori come Herbert George Wells, registi come Fritz Lang e perfino Walt Disney, che con una serie di documentari tra il 1955 e il 1957 contribuì a fissare l’esplorazione spaziale nell’immaginario e nelle attese del pubblico americano.

Raccogliendo  e organizzando materiali storici e d’archivio, Massimiano Bucchi alla voce e Arturo Stàlteri alle tastiere ci racconteranno a loro modo la storia di una delle più grandi e suggestive imprese della tecnica e dell’umanità.

Musiche di Debussy, Brian Eno, King Crimson, Stàlteri, Police, Pink Floyd, Cat Stevens.

Massimiano Bucchi è professore di Sociologia della Scienza all’Università di Trento ed è stato visiting professor in Asia, Europa, Nord America e Oceania. È autore di una decina di libri pubblicati in oltre venti Paesi e di saggi in riviste internazionali quali Nature e Science. Tra i suoi libri più recenti Per un pugno di idee. Storie di innovazioni che hanno cambiato la nostra vita (Bompiani, 2016, tre edizioni); Come vincere un Nobel. L’immagine pubblica della scienza e il suo premio più famoso (Einaudi, 2017, in uscita negli USA); Sbagliare da professionisti. Storie di errori e fallimenti memorabili (Rizzoli, 2018). I suoi articoli sono apparsi sui principali quotidiani italiani (Corriere della Sera, Repubblica, La Stampa) e collabora con la trasmissione televisiva Superquark condotta da Piero Angela. Dirige la rivista internazionale Public Understanding of Science, pubblicata da Sage.

Il lato comico della scienza, Corriere Innovazione, 27/09/2019

Errori e fallimenti memorabili, Festivaletteratura Mantova, 2019

Dietro le quinte del Nobel, Repubblica, 11/12/2017

Un nobel è per sempre. Scienza e società, Trento, 18 ottobre 2017

 

Arturo Stàlteri si è diplomato in pianoforte al Conservatorio Alfredo Casella de L’Aquila. Ha studiato a Roma con Vera Gobbi Belcredi e a Parigi con Aldo Ciccolini. Dal 1989 collabora con Rai Radio 3, per la quale ha condotto numerosi programmi. Stàlteri ha cominciato a farsi conoscere con il gruppo Pierrot Lunaire, uno dei nomi storici del rock progressivo degli anni settanta, un gruppo che seppe mediare tra rock e classicismo e con il quale Stàlteri ha registrato due album per RCA. Celebri le sue interpretazioni al pianoforte delle musiche di Philip Glass, Brian Eno e Franco Battiato. Brani di Stàlteri sono stati inclusi in varie colonne sonore, tra cui “L’Amore è Eterno finché dura” di Carlo Verdone. Il suo album più recente è Low & Loud (2018).

Setlist Radio 2 presentazione dell’album Low and loud aprile 2018

Intervista a Fanpage, 25/03/2018

Qui comincia, Radio 3, 05/12/2015

Philip Glass – Mad Rush (Arturo Stàlteri al piano)

PERCHÉ LA LUNA?
READING CONCERTO

Sabato 23 Novembre 2019 ore 18.00
La Pasticceria.
Laboratorio di idee a cura di Asastudio
Contrà San Francesco 68 Vicenza

È gradita conferma, posti limitati*
R.S.V.P.  lapasticceria@asa-studio.it

* il reading concerto sarà ospitato nella sala della pasticceria (30 posti)
e verrà proiettato negli adiacenti spazi del laboratorio (circa 50 posti)

 

CONTATTI

www.asa-studio.it/lapasticceria
lapasticceria@asa-studio.it

+39 0444 996000
Instagram: asastudio_official
Telegram: LaPasticceria